Chi può attestarsi

la società

Chi può attestarsi

L’Attestazione di qualificazione è obbligatoria per chiunque esegua lavori affidati, da soggetti tenuti all’osservanza delle leggi in materia di lavori pubblici di importo superiore a 150.000,00 Euro. Secondo l’ art. 34 D.Lgs. 163/06, i contratti pubblici possono essere affidati a:
 
  1. Imprese individuali e Cooperative
  2. Consorzi tra cooperative di produzione e lavoro
  3. Consorzi tra imprese artigiane
  4. Consorzi stabili
  5. Società di persone e di capitali
 
In particolare l’impresa:
 
  • può attestarsi nelle categorie dei lavori di opere generali (OG) ed opere specialistiche (OS);
  • può attestarsi per l’attività di sola costruzione o di costruzione e progettazione ( in tal caso è richiesto un adeguato staff tecnico );
  • può avvalersi per l’Attestazione dei requisiti posseduti da terzi, ovvero a seguito di operazioni di fusione, incorporazione, acquisto o affitto di impresa o di suo ramo;
  • può avvalersi, per la dimostrazione del requisito dell’idoneità tecnica, dei lavori condotti da uno o più Direttori Tecnici;
  • può usufruire “dell’Incremento Convenzionale Premiante” qualora sia in possesso anche della certificazione di qualità ISO 9000 o di elementi significativi correlati.
 

validità dell'attestazione

  • L’efficacia dell’attestazione è pari a cinque anni con verifica triennale del mantenimento dei requisiti di ordine generale, nonché dei requisiti di capacità strutturale di cui all'articolo 77, comma 5 secondo D.P.R. 207/2010 da richiedere almeno 90 gg. prima della scadenza triennale.
  • Per ottenere la qualificazione nelle classifiche pari o superiori alla III le imprese devono possedere la certificazione del sistema di qualità aziendale.
  • In caso di richiesta modifiche dell’attestato rilasciato, l’Attestazione può essere variata anche prima della scadenza naturale (compresa la variazione di categorie e/o classifiche possedute proporzionalmente alla capienza nel volume di affari accertato nell'istruttoria di prima attestazione).
  • L’attestazione di qualificazione costituisce condizione necessaria e sufficiente per la dimostrazione dell'esistenza dei requisiti di capacità tecnica e finanziaria ai fini dell'affidamento di lavori pubblici (art. 60 comma 3 DPR 207/2010).